+39 095 61 73 922 info@timeo.it

Attenzione alle richieste di amicizia su Facebook!

A volte dietro la faccia di una bella biondina con l’espressione sbalordita si nasconde una banda di hacker pronta a saccheggiare il tuo account e, perchè no, anche il tuo conto in banca.

Di problemi legati alla sicurezza su internet se n’è ampiamente discusso senza però mai arrivare ad un punto vero e proprio, materia troppo ampia e poi si sa, il cyberspazio non è certo un posticino piccolino!

Ma allora cosa fare per navigare in sicurezza? Certamente, per fronteggiare il mare di internet senza rischiare di imbattersi in qualche corsaro dei giorni nostri, la prima regola è quella di non bazzicare siti poco raccomandabili, la seconda è quella di non cliccare su quei pop up che ti proclamano vincitore di un favoloso montepremi in gettoni d’oro o che ti assicurano un guadagno di svariati bilioni di euro, dollari, yen e chi più ne ha più ne metta. C’è anche una terza regola, che riguarda però il mondo dei Social Network; chi al giorno d’oggi non ha un account, profilo, pagina o altro? Persino chi ha assistito alla nascita dei motori a scoppio ormai fa parte del magico paese di Socialand. Nulla di male, ci mancherebbe, ma è importante fare un uso responsabile di questi canali, quindi: impostazioni sulla privacy, evitare di sbandierare troppe informazioni personali (non sappiamo mai chi c’è dall’altra parte dello schermo), fare attenzione alle mail o messaggi che ci arrivano anche se apparentemente da fonti ufficiali, e soprattutto per quanto riguarda Facebook, fare molta attenzione ad accettare richieste d’amicizia di persone che non conosciamo.

Recentemente ad essere stato tratto in inganno è un consigliere regionale PD dell’Umbria, Attilio Solinas.

Il Signor Solinas, ha raccontato di aver ricevuto una ‘richiesta d’amicizia’, da una bella ragazza, fin qui tutto regolare. I due hanno impiattato una discussione, come molte altre persone fanno per ‘conoscersi’… in tempi non sospetti avremmo pensato che non ci fosse nulla di male se due persone si cercano reciprocamente per parlare dei loro interessi e dei loro hobby, per scambiarsi informazioni e per fare una normale videochiamata su Skype, però, a quanto pare, al giorno d’oggi potrebbe essere un modo per garantirsi un’estorsione coi fiocchi. Tornando a Solinas, dopo il contatto con la ragazza ha ricevuti vari messaggi intimidatori che gli ordinavano di sborsare ben 2.500 euro, in allegato un bel regalino, una foto ed un link postato su YouTube. La foto riportava il frame di un video con il suo volto, adeguatamente modificato, incollato su di un corpo nudo e presa proprio da quella famosa ed innocua chat su Skype che aveva avuto tempo prima. A questo punto il consigliere decide di far intervenire la Polizia Postale, avvertendo YouTube affinché rimuovesse alla svelta quel video e Facebook per la rimozione del falso account.

Alla luce di questa storia, dovremmo renderci conto che i Social Network non sono un gioco, ma un mondo virtuale che può fare davvero tanto male.

Il nostro consiglio? Non fatevi abbindolare, non accettate richieste d’amicizia dagli sconosciuti, anche se ad inviarvela sia una modella di Victoria Secret. Cestinatela! Le persone conoscetele di presenza, non dietro un computer o una webcam.